Come scrivere post migliori: ora m’impegno

 TechidianoTecnologia spiccioladi 

 Quali sono le regole per il post perfetto? Non ci sono. Se però non vuoi che i tuoi post facciano la fine degli articoli di giornali che non hai letto ecco qualche consiglio da tenere a mente.

blogpost.jpgI

In tanti arrivano sull’home del mio blog, ma pochi leggono i post: cosa sbaglio? Me l’ha chiesto un amico immaginario qualche giorno fa. La risposta è stata: Niente. La gente su Internet cerca risposte a domande o bisogni e quindi quando scrivi devi tenerlo presente. Per questo nel titolo e nel sommario devi promettere soluzioniintrattenimento (foto o video) o ulterioriinformazioni. Ecco qualche consiglio.

Io lo so che stai per cambiare blog, ma ti sei mai chiesto cos’è che tiene una persona incollata a un post? La prima cosa sono appunto le domande: Val sempre la pena di fare una domanda, ma non sempre di darle una risposta (cit. Oscar Wilde). Le citazioni sono la seconda. Una citazione nell’introduzione invita il lettore a continuare la lettura per sapere cosa c’è dietro.

Ti racconto queste cose oggi dopo essere finito su un post di Jeff Bullas. L’avevo salvato tempo fa, ma mai letto. Te lo dico perché una delle cose che piace ai lettori è sentirsiraccontare storie personali. Come quando sfoglia il giornale, così su Internet la gente legge due articoli ogni dieci titoli.  Tienilo presente: se poi dai subito dei dati o citifatti ecco che il tuo lettore proseguirà in cerca di unapprofondimento, della tua spiegazione o di un commento.

Per questo è necessario che nell’introduzione di un post tu:

  • inquadri il contesto;
  • identifichi il problema a cui stai offrendo la soluzione che hai trovato;
  • racconti lo scenario in cui si svolge la storia che stai per narrare.

Ora immagina di aver appena iniziato a leggere un lungo articolo: quante volte arrivi fini in fondo? Per coinvolgere ancora di più il lettore puoi invitarlo aimmaginare quello che stai per raccontare o a ricordare un fatto.  Usare analogie aiuta aingaggiare meglio il lettore, come dicono gli inglesi.

Ci sono poi tante regole seo come usare parole chiave, scrivere sommari, usare corsivi e grassetti, elenchi e liste, foto, video e link che mi limito a citare. E ci sono poi gli strumenti per blogger di Google.

Hai trovato quello che cercavi? Chiudere con un riferimento all’inizio del tuo post aiuta a considerare piena l’esperienza di lettura. Ora però sentiti libero di dimenticare queste cose quando scrivi come spesso capita anche a me! Far entrare tutte queste cose nel cervello di un blogger non è pensabile. E poi il bello dei blog è che sono genuini. Però mi sono divertito a scrivere un post così: che effetto ti ha fatto?

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: