Costo-efficacia: dove l’imparano i medici?

Daniel Wolfson nel suo The Medical Professionalism Blog  del 6 marzo 2012 si pone questa “poetica” domanda: Where, oh where do physicians learn about cost-effectiveness? http://blog.abimfoundation.org/where-oh-where-do-physicians-learn-about-cost-effectiveness/

Tutti accettano, in linea teorica, quanto proposto dall’Institute of Healthcare Improvement (IHI) che sostiene che i sistemi sanitari hanno un triplice obiettivo: migliore salute (salute della popolazione), migliore assistenza (miglioramento continuo della qualità), riduzione dei costi.

Tuttavia, negli USA (figurarsi da noi!), studenti di medicina e specializzandi hanno a disposizione pochi programmi formativi sull’appropriatezza e sul controllo dei costi. Recentemente, è stata riconosciuta la necessità di essere sensibili al costo-efficacia in un  recent New England Journal of Medicine article, che suggerisce un nuovo sistema di accreditamento formativo per stimolare la competenza dei futuri medici in aree riguardanti il miglioramento delle performance e lo sviluppo di un sistema sanitario efficiente e costo-efficace.

L’Università della California, San Francisco, ha lanciato un programma per acquisire competenze sull’attenzione ai costi, che affianca il curriculum sul miglioramento della qualità e la sicurezza dei pazienti.

Questo programma, basato su  ACP’s High Value, Cost-Conscious Care, ha quattro fasi:

  1. conoscere i benefici, i pericoli e i costi dei trattamenti che vengono offerti ai pazienti
  2. diminuire o eliminare i trattamenti che non producono benefici e/o che possono essere pericolosi
  3. scegliere i trattamenti e i livelli assistenziali più efficaci e, quando possibile, meno costosi
  4. determinare il valore relativo dei trattamenti che sono, al contempo, più efficaci e più costosi, facendo affidamento sulle analisi formali di costo-efficacia

L’obiettivo di questo programma non è la riduzione dei costi, ma l’adozione di linee guida cliniche basate su prove di efficacia, sviluppando la consapevolezza dei costi.

Una bella sfida per i centri medici accademici! E non solo negli Stati Uniti!

 

 

ACP’s High Value, Cost-Conscious Care: DK Owens et Al.: High-value, cost-conscious health care, pubblicato dall’American College of Physicians: http://www.slideshare.net/carlofavaretti/high-value-cost-conscious-copia

 

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Commenti

  • Bruno Paccagnella  On 18 marzo 2012 at 12:31

    Bravo, Carlo. Spero che queste tue “perle” lanciate tramite facebook si trasformino in altrettanti semi e prolifichino nel nostro paese.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: